Agenda del Parlamento – i lavori di Camera e Senato dal 5 al 9 settembre 2016

in Varie


camera

Aula

Dopo la pausa estiva, l’Assemblea di Montecitorio è tornata a riunirsi questa mattina con le comunicazioni del vicepresidente Roberto Giachetti in merito all’assegnazione in sede referente in commissione Giustizia del decreto legge per la definizione del contenzioso pendente dinanzi alla Corte di Cassazione, approvato dal Consiglio dei ministri lo scorso 30 agosto. Come da programma i deputati torneranno a riunirsi lunedì 12 con l’esame dei ddl rendiconto 2015 e assestamento 2016, mentre all’ordine del giorno di martedì 13 di palazzo Madama è previsto il ddl lavoro autonomo collegato alla stabilità 2016, oltre ai testi sul cyberbullismo e sulla riforma del settore editoriale.

Commissioni

C’è attesa per l’audizione di oggi alle 17 in commissione bicamerale d’inchiesta sulle attività illecite connesse ai rifiuti del sindaco di Roma, Virginia Raggi, e dell’assessore all’Ambiente, Paola Muraro, sulla gestione della società partecipata Ama.

Alla Camera domani la commissioni trasporti svolge l’interrogazione di Mirella Liuzzi (M5S) sul Piano strategico per lo sviluppo della banda ultralarga. Mentre mercoledì 7 in commissione Ambiente sono previste le audizioni di Michele Franzese, responsabile della direzione generale per la vigilanza sulle concessioni autostradali sullo stato delle autorizzazioni e, in congiunta con la Lavori pubblici del Senato, dei rappresentanti di Ance e Consip sullo stato di attuazione e sulle ipotesi di modifica della nuova disciplina sui contratti pubblici.

A palazzo Madama invece la commissione Ambiente martedì 6 e mercoledì 7 ascolta sul ddl servizio idrico i rappresentanti del coordinamento nazionale enti locali per l’acqua bene comune e l’azienda speciale Acqua Bene Comune di Napoli.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta