Gazzetta ufficiale, pubblicato decreto su modalità cessione Ilva, probabile trasmissione a Montecitorio

in Economia, Governo


IlvaE’ composto da due articoli più un terzo che ne sancisce l’immediata entrata in vigore il decreto legge sul completamento della cessione dei complessi aziendali del gruppo Ilva, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale in edicola oggi (serie generale n.133) e approvato dal Consiglio dei ministri dello scorso 30 maggio. Il testo dovrebbe essere assegnato a Montecitorio per avviare l’iter di conversione in legge.

Il primo articolo stabilisce che l’amministrazione straordinaria del Gruppo Ilva provveda, anteponendolo agli altri debiti della procedura, alla restituzione dell’importo erogato dallo Stato – maggiorato degli interessi al tasso percentuale Euribor a 6 mesi pubblicato il giorno lavorativo antecedente la data di erogazione maggiorato di uno spread pari al 3% -, entro 60 giorni dal decreto di cessazione dell’esercizio dell’impresa. Il finanziamento a cui fa riferimento il comma è contenuto al comma 3 articolo 1 nel decreto Ilva 191/2015, che ha concesso all’amministrazione straordinaria del gruppo 300 milioni di euro per far fronte alle esigenze finanziarie indilazionabili del gruppo.

La disposizione precisa inoltre che, nel caso in cui le offerte presentate nel termine del 30 giugno 2016 prevedano modifiche o integrazioni al Piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria approvato con dpcm il 14 marzo 2014, o a un altro titolo autorizzativo necessario per l’esercizio degli impianti, i relativi progetti di modifica e le proposte di nuovi interventi siano valutati dal comitato di esperti che può richiedere a ciascun offerente di integrare la documentazione prodotta in sede di offerta, fornendo gli ulteriori documenti eventualmente necessari per la valutazione delle modifiche o dei nuovi interventi proposti, compresi i documenti progettuali, i cronoprogrammi di realizzazione, comprensivi della richiesta motivata di eventuale differimento, non oltre 18 mesi.

Il provvedimento impone poi all’esperto indipendente di preparare una relazione sulla compatibilità delle offerte vincolanti definitive con i criteri di mercato, tenuto conto delle previsioni economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nei rispettivi piani e valutarne la sostenibilità finanziaria, con particolare riferimento al periodo di affitto e nella prospettiva della definitiva cessione. La relazione dell’esperto indipendente viene poi acquisita dai commissari straordinari in sede di valutazione delle offerte ai fini dell’aggiudicazione. Un decreto del ministro dello Sviluppo economico, su istanza dei commissari, individuerà l’aggiudicatario.

Il secondo articolo posticipa al 2018 il rimborso dei finanziamenti statali contratti dai commissari straordinari stabiliti dal decreto Ilva 191/2015 che autorizzava i commissari a contrarre finanziamenti per un ammontare fino a 800 milioni di euro, di cui fino a 600 milioni nel 2016 e fino a 200 milioni nel 2017. Il testo originario prevedeva il rimborso nel medesimo esercizio o in altro, previa disposizione legislativa.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta