Mattarella inaugura anno scolastico a Napoli: “Ragazzi andate a scuola. Camorra e mafia potranno essere sconfitte e lo saranno”

in Istituzioni


sergio_mattarellaRagazzi, permettetemi di dirvi: andate a scuola! Andateci. Non ne fuggite. Non fatevi vincere dalla sfiducia. La scuola è vostra, così come vostro è il futuro”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è rivolto ai ragazzi dell’Istituto Sannino-Petriccione di Ponticelli, periferia di Napoli, dove ha scelto di inaugurare l’anno scolastico. “La camorra e le mafie possono essere sconfitte. La camorra e le mafie saranno sconfitte. E voi, giovani di Napoli, sarete alla testa di questa storica vittoria”, ha dichiarato il capo dello Stato. “Liberi dalle mafie, dalle cosche, da ogni condizionamento illecito. Voglio ripeterlo con forza mentre Nicola Barbato, della Polizia di Stato, lotta per la vita: a lui va affetto e riconoscenza”, ha aggiunto riferendosi al poliziotto ferito in un’operazione anti-estorsione. Non poteva mancare al discorso del presidente un accenno all’immigrazione: la scuola “è importante per l’Italia, e per l’Europa intera, il modo con il quale saremo capaci di integrare i figli dei migranti”, ha detto Mattarella.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta