Ministro Martina al Sana di Bologna: “Italia leader nel settore bio, adesso il Senato approvi testo unico”

in Governo


Si è tenuto dall’8 all’11 settembre, a Bologna, il Salone internazionale del biologico e del naturale (Sana), manifestazione fieristica leader in Italia nel comparto dei prodotti biologici e naturali. Durante l’evento il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina ha incontrato imprenditori, agricoltori e giovani, considerati “le colonne portanti” del successo del settore bio, e con i quali il ministero sta lavorando per “rendere più forte il comparto con scelte concrete”.

Martina, secondo ciò che riporta il sito del dicastero in un comunicato, ha affermato che “l’Italia conferma la leadership nel settore biologico in Europa“, con 300mila ettari convertiti nel 2016, e un tasso di crescita del 20% nelle superfici coltivate, negli operatori impegnati e nei consumi, “un patrimonio che si basa sulla fiducia e sulla voglia dei consumatori di sostenere un sistema produttivo col minor impatto sull’ambiente possibile”. Importanti, secondo il ministro, sono state le azioni del governo per l’istituzione delle mense scolastiche biologiche certificate e la revisione del sistema dei controlli per renderli più trasparenti ed efficaci. Ma non basta: “Serve un salto di qualità con l’approvazione al Senato del testo unico sul biologico“, utile “per investire di più nella ricerca, organizzare meglio i produttori e valorizzare le produzioni sui territori attraverso i distretti del biologico”. Sarebbe questo, ha concluso Martina, “un intervento necessario per un settore che ormai ha superato i 5 miliardi di euro di valore e che fa sempre più parte del carattere distintivo del modello agricolo italiano”.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta