Mise, 450mln per Agenda digitale e Industria sostenibile. In Gazzetta il decreto su gestione risorse

in Approfondimenti, Economia, Governo


inflazioneIn arrivo 450 milioni di euro per i progetti Agenda digitale e Industria sostenibile. E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale oggi in edicola (n. 222) il decreto del ministero dello Sviluppo economico che disciplina le condizioni per attivare i finanziamenti previsti dai dm dello scorso ottobre dei grandi progetti di ricerca e sviluppo a valere sulle risorse del Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI). Cento milioni saranno destinati all’Agenda digitale, 350 all’Industria sostenibile, ai quali si sommeranno – rispettivamente – ulteriori 20 e 60 milioni a valere sul Fondo crescita sostenibile. Le risorse saranno utilizzabili solo una volta esauriti gli stanziamenti previsti dai decreti ministeriali del 15 ottobre 2014, e potranno goderne le imprese beneficiarie individuate dal Mise a condizione che abbiano ricevuto un’adeguata valutazione del merito di credito da parte di una banca finanziatrice. Il finanziamento agevolato potrà coprire fino al 70% delle spese ammissibili, la somma delle risorse concesse a valere sul FRI; il contributo alla spesa a valere sul Fondo crescita sostenibile non potrà superare il 100% delle spese ammissibili (articolo 7). La durata del finanziamento è compresa tra un minimo di 4 anni e un massimo di 11. Il testo specifica la procedura per la concessione delle agevolazioni e l’erogazione delle risorse, che coinvolge Cassa depositi e prestiti, e prevede gli scenari possibili in caso di variazioni dei progetti di ricerca e sviluppo o dei soggetti proponenti e l’estinzione anticipata, anche parzialmente, del finanziamento. L’ultimo articolo del provvedimento riguarda il monitoraggio e la valutazione dei risultati dei progetti di ricerca e sviluppo e l’efficacia degli interventi. Sarà il ministero dello Sviluppo a rendere nota, sul proprio sito, la data a decorrere dalla quale potranno essere presentate le domande di agevolazione insieme alle nuove modalità operative.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta