Ocse, lavoro: Italia maglia nera con Grecia: -12% di occupati tra i giovani in 6 anni

in Economia


cerco_lavoro

ItaliaGrecia sono le peggiori in tema di lavoro giovanile. Nel nostro Paese il tasso di occupazione tra i 15 e i 29 anni è sceso di quasi 12 punti percentuali tra il 2007 e il 2013. È quanto emerge dall’ultimo Rapporto dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico su giovani e occupazione, pubblicato oggi. L’Italia è quartultima tra i Paesi Ocse per il tasso di occupazione nella fascia d’età tra i 30 e i 54, dato che è sceso dal 75% circa del 2007 al 71% circa del 2013. In Italia i giovani “Neet“, non occupati né iscritti a scuola o in apprendistato, sono il 26,09% degli under 30, quarto dato più elevato tra i Paesi Ocse. Dal rapporto emerge infine che la “mancata corrispondenza” tra posto di lavoro e competenze è un problema sempre più diffuso tra i giovani: in media, il 62% hanno un lavoro che non corrisponde alla loro formazione.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta