Tiramisù, veneto o friuliano? Al Mipaaf l’ardua sentenza

in Parlamento


Gli italiani hanno notoriamente il cuore nello stomaco; non certo per l’ansia, quanto per lo spropositato amore per il cibo di cui la nostra cucina nazionale – come poche altre – sa offrire gioie e prelibatezze. Ma l’amore, talvolta, può portare ad accendere profonde gelosie; è forse per questo che il parlamentare Franco Conte (Ap) è ieri intervenuto con un’interrogazione a Palazzo Madama, per chiedere al ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina con quali procedure di verifica abbia attribuito l’origine del tiramisù al Friuli Venezia Giulia.

Difatti lo scorso luglio il dicastero, con un decreto apposito (14 luglio 2017), ha aggiornato l’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali accreditando il noto dolce alla tradizione friuliana. Conte ha tuttavia ricordato come non possa esservi certezza di tale attribuzione, essendo in corso da anni una diatriba per ottenere la “dolce” paternità, ingaggiata dal Friuli da un lato, e dal Veneto per parte avversaria.

I veneti sostengono che il nome del dolce sia stato coniato nel loro dialetto, ossia “tiramesù” – poi italianizzato -, e creato negli anni ’60 in uno storico ristorante di Treviso dalle esperte mani del pasticcere Roberto “Loly” Linguanotto. Lo scrittore – nonché regista teatrale, autore televisivo, attore e sopratutto enogastronomo – Giuseppe Maffioli ha proposto l’identificazione del tiramisù nel suo libro “la cucina trevigiana”, proprio di fine anni ’60. Di contro la tesi opposta è che il Tiramisù sia originario di Tolmezzo (Udine), realizzato in un ristorante dal 1951, o addirittura negli anni ’40 ma in provincia di Gorizia.

Al di là di quanto sostenuto da testimonianze locali, però, “mancano certezze su quali siano le origini e la tipicità”, ha concluso il senatore, motivo per il quale al ministro ha chiesto come intenda muoversi nel caso in cui nuovi approfondimenti attribuiscano effettivamente l’origine del tiramisù al Veneto e non più al Friuli. Una sfida all’ultima forchetta.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta