Agenda del Parlamento – La settimana dal 25 al 29 luglio 2016

in Parlamento


senatoLa settimana del Parlamento si apre con la discussione, al via oggi alla Camera, della proposta di legge in materia di legalizzazione della coltivazione, della lavorazione e della vendita della cannabis e dei suoi derivati, primo firmatario il vicepresidente di Montecitorio – e candidato sindaco di Roma – Roberto Giachetti (Pd). Sul testo pendono circa 1700 emendamenti che attendono i deputati al ritorno dalle vacanze a settembre. Previsto anche il dibattito sulla mozione di Giulia Grillo (M5S) in materia di farmaci innovativi e sulla pdl di proroga del processo telematico. Quanto al Senato, l’Aula incardina il decreto Ilva e conclude l’esame – in via definitiva e senza modifiche – della legge di delegazione europea.

Sebbene i lavori si fermino al termine della prossima settimana, in quella corrente i parlamentari sono impegnati su più fronti: proseguono le audizioni in entrambi i rami sul testo unico sui servizi pubblici locali – attesi AEEGSI, Anci, Asstra, e l’Autorità di regolazione dei trasporti tra gli altri. A Montecitorio le commissioni discutono alcune risoluzioni connesse con l’attualità: quella di Michele Meta (Pd) sulle  dotazioni tecnologiche di sicurezza delle reti ferroviarie presso la Trasporti (di cui è presidente) e quella sulla revisione di medio termine della Pac del Movimento 5 stelle presso la Agricoltura. Prende il via anche l’esame referente dei ddl Rendiconto 2015 e Assestamento 2016 in commissione Bilancio alla Camera.

A palazzo Madama la V esamina il decreto enti territoriali e il ddl Boccia sulla modifica alla legge di bilancio: in entrambi i casi i provvedimenti dovrebbero essere licenziati senza ulteriori modifiche e approvati definitivamente prima della pausa estiva. L’Industria si prepara al rush finale sul ddl concorrenza, che deve però tornare alla Camera per l’ultimo passaggio.

La commissione sugli enti gestori di forme di previdenza e assistenza sociale ascolta mercoledì Gianroberto Costa, neo presidente Enasarco, sulle prospettive dell’ente.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta