Natale, Mise in campo contro contraffazione. Firmato decreto che stanzia 1mln per campagne di comunicazione

in Governo, Istituzioni, Politica


natale

Manca un mese al Natale e il ministero dello Sviluppo economico scende in campo per promuovere acquisti di merce originale, non contraffatta. “E’ stato firmato oggi il decreto per la realizzazione di nuove iniziative di sensibilizzazione dei cittadini sui temi della proprietà intellettuale e sulla prevenzione e contrasto al fenomeno della contraffazione”. Così il sottosegretario al Mise delegato alla lotta alla contraffazione Simona Vicari, in una nota stampa pubblicata sul sito del dicastero.  L’obiettivo è dare continuità nel corso del biennio 2016-2017 all’iniziativa “Io sono originale e i progetti richiesti dovranno prevedere azioni di diffusione e informazione tra le quali la programmazione di altri 60 road-show e 30 flash mob sul territorio, la realizzazione di indagini relative alla percezione del fenomeno contraffattivo e il lancio di un videogioco sulla tematica oltre a una newsletter che aggiornerà i consumatori su tutte le iniziative che nel corso dell’anno verranno programmate dal ministero.

Il provvedimento si inserisce nell’ambito dell’azione di contrasto alla contraffazione che il ministero dello Sviluppo economico porta avanti anche con il supporto di altri dicasteri, il Consiglio nazionale anticontraffazione, enti e associazioni. Prima di questo decreto, sono stati sottoscritti quest’estate altri due importanti documenti per la lotta al fenomeno. Il primo, cosiddetto “Carta Italia“, è un accordo volontario che punta a condividere tra gli aderenti (Mise, Indicam – Istituto di centromarca per la lotta alla contraffazione e Netcomm) alcuni principi cardine relativi alla lotta alla contraffazione in rete ponendo in essere una procedura semplice ed efficace diretta alla notifica e rimozione dal mercato online di prodotti contraffatti ed alcune best practices per limitare l’accesso alla rete di merce illegale e prevenire il ripetersi di offerte in vendita di prodotti del genere. Il secondo invece, sottoscritto dal ministro dell’Interno Angelino Alfano e dal sottosegretario Vicari lo scorso giugno, individua le linee guida in materia di prevenzione e contrasto al fenomeno della contraffazione: analisi e monitoraggio del fenomeno; controlli, vigilanza e presidio territoriale per dare impulso all’azione di prevenzione e repressione dell’abusivismo commerciale e della contraffazione; formazione e supporto alle piccole e medie imprese e agli operatori della sicurezza per la tutela delle produzioni; informazione, comunicazione ed educazione per prevenire il fenomeno anche grazie a campagne informative.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta