Roma, prefetto Gabrielli: la città ha un solo sindaco ma posso sciogliere il Comune

in Governo, Istituzioni, Politica


gabrielliRoma ha un solo sindaco, non esistono diarchie alla guida del Campidoglio, ma se l’amministrazione non dovesse seguire le indicazioni del prefetto quest’ultimo potrà sciogliere il Comune. Queste le parole con le quali oggi Franco Gabrielli ha voluto porre fine alle polemiche sul suo ruolo nella gestione della città dopo che il 27 agosto scorso il Consiglio dei ministri lo ha incaricato di vigilare e risanare gli otto settori maggiormente compromessi dalle attività illegali. Durante un sopralluogo nei locali del Nue 112, la nuova Centrale unica per le Emergenze di Roma e Provincia, il prefetto della Capitale ha spiegato: “Questa città ha un solo sindaco che è stato eletto dal popolo e tale è finché questo sindaco rimarrà in carica. Non possono esistere giuridicamente diarchie o consolati né situazioni che in qualche modo depotenzino il ruolo e la funzione e le responsabilità che sono in capo al primo cittadino”. Una rassicurazione sul ruolo di Ignazio Marino alla quale ha fatto però seguito anche un monito del prefetto: “Non vorrei che come al solito in questo Paese passasse la logica del tarallucci e vino – ha continuato Gabrielli – come non esistono diarchie, consolati o condomini, esiste però una forte assunzione di responsabilità all’esito della quale il prefetto di Roma qualora le sue indicazioni e le sue proposte rimanessero lettera morta, può ricorrere alo scioglimento del Comune qualora vi siano gravi e reiterate violazioni di legge”. L’ex capo della Protezione civile, infine, è intervenuto anche sulle voci che lo vorrebbero prossimo a un ingresso in politica:Vorrei si facesse chiarezza per sempre, per la serenità delle istituzioni di questa città. Gabrielli sicuramente non si candiderà a Roma per fare il sindaco, il presidente di Regione o il sindaco metropolitano o qualsiasi altra carica“. Oggi pomeriggio è intanto ufficialmente iniziata la stretta collaborazione con il Campidoglio anche in vista del Giubileo che inizierà l’8 dicembre. Gabrielli ha incontrato il vicesindaco Marco Causi il quale gli ha presentato la task force messa in piedi dalla giunta per gestire l’organizzazione dell’evento mentre il primo faccia a faccia con il sindaco (al momento in vacanza negli Usa) dovrebbe esserci il 4 settembre, giorno in cui è in programma il tavolo inter-istituzionale sulla pianificazione dell’Anno Santo.

Accetta l'utilizzo dei cookie per l'utilizzo di questo sito. Informazioni

La miglior esperienza di navigazione si ottiene con i cookie attivati. Cliccando su "Accetta" o continuando la navigazione si considerano come accettati.

Accetta